Vota Antonio, vota Antoniooo….

Credo che tutti abbiano più ragione di me. I loro discorsi sono così perfetti, autoreferenziali. Nessuna sbafatura relazionale. Monadi autarchiche di senso. La ragione prevede l’uso massivo della logica e la logica, se funziona, è padrona del campo. Regina Terrae. L’uso massivo della Logica da parte di tutti gli schieramenti è tale che alla fine, impantanati nelle loro costruzioni sintattiche, si finisce nel cercarsi di sputtanarsi con mezzucci e a sputarsi addosso insulti da bassifondi. Eppure la Storia dovrebbe essere insegnata fin dalle elementari… una volta era così, o sbaglio? Abbiamo tutti perso un’occasione buona anche stavolta. Ma dietro la maschera del ruolo scelto, o adottato, cosa succede? che relazione hanno tutti questi soggetti pontificanti con il proprio subconscio, o ancora più importante: che intimità ha questa gente con l’inconscio collettivo?

Io sento anche stavolta la catastrofe incipiente. Non porto sfiga: cerco solo di non lasciarmi plagiare dai discorsi fatti bene e dalla logica asservita alla pesuasione. Che mostri senza volere, spero, stanno richiamando dagli abissi stavolta?  Da quali meschine pulsioni ingovernate della propria Ombra sono inconsapevolmente guidati?

Ovvio che il gioco tra vittima e carnefice funziona solo se la vittima impersona il suo ruolo con zelo. Ma temo quello, i nostri compatrioti votanti, siano ben inclini a giocarlo. Non ci sono vie di uscita per il momento.

Ed ogni giorno che passa ci si sveglia sempre di più con un pessimo saporaccio in bocca.

Bookmark the permalink. Follow any comments here with the RSS feed for this post.
Trackbacks are closed, but you can post a comment.

Leave a Reply